I trigliceridi a catena media (chiamati anche MCT) sono un tipo di grasso che ha tantissimi effetti benefici sul nostro organismo. In particolare, l’olio MCT è un ottimo integratore da inserire nella tua dieta. Conosciamo meglio l’olio MCT e perché dovresti metterlo nel tuo carrello della spesa. 

I trigliceridi a catena media possono avere ottimi effetti sulla salute. L’olio MCT favorisce la perdita di peso, la riduzione di grasso corporeo, aumenta il senso di pienezza e riducendo quello della fame, migliora la salute del microbiota intestinale, aumenta l’energia disponibile immediatamente, aiuta a proteggere il cuore, riduce l’incidenza di alcune malattie come Alzhaimer e epilessia.

Che cos’è l’Olio MCT?

L’olio MCT è costituito da un grasso che contiene trigliceridi a catenamedia. Questo è un ottimo integratore: i grassi che solitamente mangi sono saturi di grassi a catena lunga (LCT), i grassi MCT sono molto più leggeri e facili da assorbire, digerire e trasportabili rapidamente nel flusso sanguigno, biodisponibili.

I trigliceridi a catena media sono un altro modo per chiamare i grassi. Questi hanno due scopi principali: combustibile per produrre energia e trasformarsi in grasso corporeo. Tecnicamente, i trigliceridi sono classificati in base alla catena di acidi grassi che li compongono, a lunga, media o corta. Detto questo, i trigliceridi sono composti da una molecola di glicerolo e tre di acidi grassi. A noi interessa la quantità di atomi di carbonio (6-12 atomi) che compongono gli MCT. Questa quantità, infatti, permette all’olio MCT di fare così bene all’organismo. 

Gli acidi grassi a catena media che possono essere contenuti nell’olio MCT sono: C6 (acido caproico o esanoico), C8 (acido caprilico o ottanoico),  C10 (acido caprico o decanoico), C12 (acido laurico o dodecanoico).

L’olio MCT è una fonte molto concentrata di trigliceridi a catena media. Questo comporta un processo di frazionamento che consiste nell’estrazione degli MCT necessari e del loro isolamento dall’olio di cocco o di palmisti. Solitamente, un olio MCT contiene C8 al 100% (acido caprilico) e C10 (acido caprico). In alcuni casi, invece, risulta una combinazione dei due acidi grassi a catena media. Il C12 (acido laurico) è presente solo in piccole quantità o del tutto assente come accade al C6 (acido caproico) per il suo odore e sapore non molto gradevole.

A cosa serve l’olio MCT?

I grassi a catena media contenuti all’interno dell’olio MCT possono essere utili per chi deve perdere peso, a controllare l’appetito, contro l’infiammazione, per fornire energia extra all’organismo. 

Come funziona l’olio MCT?

Il senso di sazietà e la riduzione dell’immagazzinamento del grasso corporeo sono due degli effetti più diffusi della sostituzione dei grassi LCT (a catena lunga) con quelli MCT (a catena corta). Attualmente, è giusto ricordarlo per completezza di informazioni, che non tutti i benefici dell’Olio MCT sono confermati su lungo periodo. Quelli che ti elencherò più avanti sono confermati da numerose ricerche scientifiche.

Ha molti altri benefici, ecco l’elenco completo. 

I benefici dell’olio MCT

L’olio MCT è un olio di trigliceridi a catena media che contiene catene di grassi di lunghezza media chiamati Trigliceridi. Essendo più “corti”, questi vengono digeriti con più facilità rispetto ai grassi a catena lunga.I grassi MCT sono più rari rispetto a quelli a catena lunga che, invece, sono presenti in tantissimi alimenti. 

I grassi MCT si trovano nell’olio di cocco, l’olio di palma e latticini (che, ovviamente, ti sconsiglio!).

Quali sono i principali benefici dell’olio MCT? Scopriamo insieme gli specifici vantaggi che i grassi a catena media possono dare all’organismo.

Facilita la perdita di peso

L’olio MCT favorisce la perdita di peso. Questo succede perché rilascia due ormoni, il peptide YY e la leptina. Gli ormoni prodotti fanno in modo da ridurre il senso di fame e aumentano quello di pienezza invece. 

I grassi a catena media possono essere convertiti in chetoni. Questi risultano dal processo di scomposizione dei grassi quando l’assunzione di cibi contenenti carboidrati è molto bassa, come nella dieta chetogena. L’olio MCT aiuta, quindi, a mantenere lo stato di chetosi laddove risulta necessario. Non solo, l’olio MCT e i grassi a catena media aiuta anche il microbiota intestinale ad essere più sano e a migliorare la salute complessiva. 

L’olio MCT è un’ottima fonte di energia

Essendo facilmente digeribile, è anche più facilmente assorbito e trasportato in tutto l’organismo. Viene convertito istantaneamente in energia e/o convertito in chetoni. Come viene assorbito dal corpo l’olio MCT? Semplice, i grassi MCT (a catena media) sono più “leggeri” di quelli a catena lunga (LCT) perché hanno meno atomi e di carbonio nelle loro catene di acidi grassi. In questo modo, i grassi MCT non richiedono bile all’organismo per essere digeriti e viaggiano più velocemente dall’intestino al fegato.

Quando arrivano al fegato, i grassi vengono scomposti per essere utilizzati come energia o si depositano sotto forma di grasso corporeo. Nel caso di dieta chetogena, trasformati in chetoni, i grassi MCT – passando attraverso la barriera emato-encefalica, nutrono il cervello.

L’olio MCT aiuta durante l’esercizio fisico

Ridurre l’accumulo di lattato durante e dopo l’esercizio fisico perché impatta negativamente sulla performance. L’olio MCT aiuta a farlo e spinge anche il corpo a utilizzare i grassi per produrre energia immediata. Prova ad assumerlo prima degli esercizi, ti aiuterà anche se segui una dieta chetogena è ottima se assumi pochi carboidrati perché i grassi a catena corta aiutano la combustione durante gli esercizi. 

I grassi MCT riducono la crescita di batteri e lieviti

Se hai un problema con la proliferazione di batteri e lieviti indesiderati, i grassi MCT sono i tuoi migliori alleati. L’olio MCT contiene acidi grassi che riducono la crescita dei batteri e dei lieviti. L’olio MCT ha benefici antimicotici e antifungini. 

Previene le malattie cardiache

L’olio MCT può aiutare a ridurre l’incidenza di peso, colesterolo e infammazione e, di conseguenza, a ridurre il rischio di malattie cardiache. Questo è possibile grazie al fatto che l’olio MCT aiuta a produrre colesterolo buono (HDL) che protegge il cuore e riduce, invece, la proteina C-reattiva conosciuta anche come PCR. Quest’ultima è un marker antifiamatorio che aumenta il rischio di malattie cardiache.

Le malattie cardiache sono un problema molto diffuso, oggi. L’olio MCT può avere grandi benefici sui livelli di colesterolo, sulla pressione sanguigna, sullo stato infiammatorio del tuo organismo, sull’indice di massa corporeo. Può aiutarti nella perdita di peso – ne abbiamo parlato qualche riga fa, e nell’aiutarti a smaltire la massa grassa. 

I grassi MCT ti aiutano a controllare la glicemia

L’olio MCT potrebbe aiutarti a gestire i livelli di glucosio nel sangue. Può avere, infatti, ottimi benefici per chi soffre di diabete, chi vuole perdere peso e per bruciare grassi in eccesso. 

Altri benefici dell’Olio MCT?

L’olio MCT, poi, può aiutarti con i problemi digestivi. Se hai problemi nel digerire alcune tipologie di grassi o se hai un problema di malassorbimento dei nutrienti, i grassi a catena media possono aiutarti molto. 

L’olio MCT è ideale anche quando hai problemi con pancreas, stomaco e intestino (permeabilità, Sibo, Sindrome del Colon irritabile, ecc.). Se soffri di diabete, poi, i grassi MCT possono aiutarti a controllare la glicemia nel sangue. L’azione di questo integratore naturale, infatti, permette di mantenere il livello degli zuccheri nel sangue basso (ipoglicemia) e di migliorare la resistenza all’insulina (se soffri di diabete di tipo 2). 

Dieta Chetogenica e Olio MCT

Come avrai capito, l’olio MCT è molto utile per chi segue la dieta chetogenica (anche se è doveroso aggiungere un bel “non solo!”). Quando si segue un regime alimentare con un basso apporto di carboidrati, l’aggiunta di olio MCT può aiutare nella produzione di chetoni. Questo abbassa i livelli di insulina nel sangue, ti aiuta a bruciare i grassi, a ridurre l’infiammazione e a nutrire le cellule celebrali per uno sprint di focalizzazione e concentrazione. 

Come utilizzare l’olio MCT nella tua dieta

L’olio MCT può essere utilizzato insieme a molti cibi e bevande. In particolare, puoi accompagnare le tue insalate, aggiugerlo ai tuoi frullati e smoothie, persino al caffè. 

La domanda successiva è “quanto Olio MCT è utile assumere durante una giornata?”. La risposta è – come spesso accade, lo so, dipende. Il motivo è sempre lo stesso: dipende dal tuo livello di infiammazione e da quanto Olio MCT il tuo organismo tollera. Solitamente, comunque, tra i 3 e i 6 cucchiai al giorno sono la quantità ideale di olio MCT da assumere in una giornata.

Come scegliere l’Olio MCT?

Bella domanda! Sicuramente, affidarsi a un professionista della Salute con esperienza e competenza nel settore non è una cattiva idea. Ci sono, comunque, diverse scuole. Per molti, il migliore olio MCT è quello di cocco perché C8 e C10 sono assorbiti più rapidamente rispetto agli altri acidi grassi. 

Io consiglio di acquistare l’ottimo Olio MCT Pure C8 della PureHealth.
Lo trovate spesso in offerta su Amazon.it, quì.


Hai altre domande sull’argomento? Seguimi sui social per altri post come questo!

Tutte le informazioni contenute in questo articolo non vogliono sostituirsi ad una consulenza medica ma hanno il solo scopo di dare indicazioni di massima supportate da studi scientifici. 

 

Author: Dott. Francesco Marinelli

Mi occupo di nutrizione funzionale e credo che il cibo sia la medicina più potente che esista e in grado di migliorare la tua vita, se sai come utilizzarlo. Come diceva Ippocrate, fa che il cibo sia la tua medicina e che la tua medicina sia il cibo. Inizia a pensare alla nutrizione come a un atto di amore, per prendersi cura di sé stessi e del proprio corpo. Per fare questo dobbiamo imparare a scegliere consapevolmente i cibi e far sì che i cambiamenti che mettiamo in atto siano duraturi e facciano parte di un nuovo stile di vita sano.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*